salta navigazione

AGS - Alto Garda Servizi

FAQ Teleriscaldamento

Cos'è il Teleriscaldamento?

Significa riscaldamento "a distanza". La caratteristica principale è la distanza tra il punto di produzione del calore e i punti di utilizzo.
Nel nostro caso il punto di produzione del calore è la Centrale di cogenerazione Alto Garda Power Spa costruita all'interno del perimetro delle Cartiere del Garda e i punti di utilizzo sono i singoli edifici a cui la fornitura del riscaldamento e dell'acqua calda avviene attraverso una Rete di tubazioni sotterranee.
Il Teleriscaldamento elimina l'utilizzo del gas metano o di altri combustibili, sostituendo le tradizionali caldaie e bruciatori con "Sottocentrali o scambiatori di calore"; questo senza modificare l'impianto di riscaldamento e circolo d'acqua già esistente e funzionante.

Come funziona?

La Rete di teleriscaldamento è costituita da due tubazioni affiancate, isolate termicamente ed interrate: una di mandata ed una di ritorno. Il funzionamento è molto semplice; l'acqua ad elevata temperatura viene spinta dalla Centrale di Cogenerazione AG Power nella Rete di teleriscaldamento, arriva presso l'edificio del cliente attraverso le tubazioni e, all'interno della sottocentrale, cede la propria energia termica in modo da riscaldare l'acqua calda presente nell'impianto di riscaldamento già esistente nell'edificio ed in tal modo fornire il calore per il riscaldamento e l'acqua igienico sanitaria.

 Qual'è l'impatto ambientale?

Per quanto riguarda gli impatti ambientali, questi sono sostanzialmente positivi. E' stata costruita una nuova Centrale di Cogenerazione a sostituzione di quella già esistente e funzionante, ma datata, situata presso le Cartiere del Garda e di conseguenza grazie all'adozione di queste moderne ed innovative tecnologie che garantiscono un razionale utilizzo di energia è stato ottimizzato l'utilizzo di fonti energetiche quali il Gas Metano, garantendo in tal senso anche un notevole abbattimento degli elementi inquinanti quali Monossido di carbonio, Ossidi di Azoto, Ossidi di Zolfo, grazie all'utilizzo di un'unica centrale e all'eliminazione delle singole caldaie di edificio; a questo proposito si può dire che gli studi prevedono una riduzione del 30% delle emissioni inquinanti immesse in atmosfera dalle attuali caldaie nell'abitato di Riva del Garda.

Qual'è l'impatto sulla viabilità?

Durante la fase di realizzazione della Rete di teleriscaldamento ci sarà un inevitabile periodo di disagi sulla viabilità. AGS ha cercato di ridurli concordando e valutando al meglio, insieme al Comune, i periodi di lavoro e le rispettive vie coinvolte in modo tale da creare meno disagi possibili.
Inizialmente possono essere serviti alberghi, edifici residenziali e pubblici con impianti centralizzati (uffici, scuole, asili, mense, ecc.) ma anche, potenzialmente, edifici con impianti autonomi. Il percorso è stato progettato con l'obiettivo di minimizzare l'impatto sulla viabilità e di ridurre al minimo i tempi di cantiere necessari.

Preme sottolineare inoltre che, parallelamente alla realizzazione della Rete di teleriscaldamento, si procede alla realizzazione di altre opere approfittando della chiusura delle strade al traffico veicolare e soprattutto dell'esecuzione di notevoli opere di scavo. L'obiettivo è di ottimizzare l'esecuzione dei lavori ottenendo la massima limitazione dei disagi ed il contenimento dei costi. Alcuni tra i più significativi lavori accessori che stiamo svolgendo sono; il rinnovo di tratti di acquedotto potabile cittadino ormai obsoleta, con tubazioni in acciaio rivestite in modo tale da prevenire il rischio di futuri interventi per riparazioni e ridurre sensibilmente le perdite; la predisposizione di tratti di cavodotto, per linee elettriche in media tensione, creando appositi cavodotti per il successivo cablaggio; la posa di doppie tubazione per fibra ottica/telecontrollo, in modo tale che, oltre a permette il collegamento al sistema di telecontrollo e tele gestione del Teleriscaldamento, sarà effettuata una predisposizione per i più moderni sistemi di telecomunicazione, per esempio con fibra ottica.
Inoltre, approfittando dei lavori del teleriscaldamento la Provincia Autonoma di Trento si fa carico della fornitura e posa in opera di un doppio tritubo per fibra ottica ed eseguirà la ricostruzione del ponte sul torrente Albola, lavoro necessario sia per la vetustà dello stesso che per la ridotta sezione idraulica non conforme ai livelli di rischio inondazione; la società APM, che gestirà il nuovo parcheggio di via Pilati, ha previsto farsi carico di una tubazione per il collegamento di propri cartelli segnalatori della disponibilità del parcheggio posizionati in luoghi strategici per la viabilità. Infine dovendo predisporre il passaggio delle tubazioni attraverso il torrente Varone, viene costruita un'apposita soletta a fianco del ponte esistente che conterrà anche i controtubi già esistenti ed utilizzati per il passaggio di acqua, gas e linee di energia elettrica.
Si migliorerà il tratto di pista ciclabile a fianco del ponte e la zona verrà valorizzata dal punto di vista estetico con un'aiuola e un passaggio pedonale dotato di panchine.

Quanto dureranno i lavori per la costruzione della rete?

I lavori per la costruzione della Rete principale di Teleriscaldamento, i primi 6 km circa, sono partiti il 18 Giugno 2007 e terminati, per quanto riguarda le vie della prima fase di progetto, nell'aprile 2008. Attualmente la rete ha una lunghezza totale di circa 25 km. 

Qual'è la tariffa?

Il prezzo garantito è legato e parificato all'attuale tariffa del Gas metano in modo tale che venga tutelato il Cliente che decide di avvalersi del Teleriscaldamento mantenendo un prezzo che, a differenti condizioni di fornitura, porti un beneficio economico o comunque non porti mai uno svantaggio al Cliente. Il legame con la tariffa del Gas metano nasce dall'esigenza dei Clienti di avere sempre la garanzia di una tariffa regolata da un'istituzione a livello nazionale come succede ora per il Gas metano.
Nello specifico la tariffa del Teleriscaldamento è di tipo "Monomio" ovvero costituita esclusivamente da una parte variabile legata al consumo di kWh termici e senza alcun tipo di costo fisso.
A differenza del Gas metano che si misura in mc (metri cubi), dell'energia elettrica che si misura in kWh(Kilowattora), il calore generato dal Teleriscaldamento è misurato in kWht (Kilowattora termici).

Quali altri vantaggi si hanno con la fornitura di Teleriscaldamento?

In generale il costo del calore prodotto e distribuito è più basso rispetto a quello prodotto nelle singole abitazioni con i combustibili tradizionali (gas metano, gasolio etc.) in quanto i costi di gestione ed impiantistica, sensibilmente inferiori, ne riducono il costo finale e l'efficienza è molto più elevata.
Non va trascurato infatti, che la Sottocentrale di Calore che sostituirà la caldaia è un'apparecchiatura molto semplice e di facile funzionamento e questa semplicità si rispecchia anche sull'eventuale manutenzione, notevolmente ridotta, e meno costosa.
In aggiunta a questi risparmi, puramente di tipo economico, non sono necessari i numerosi e burocratici controlli sulla caldaia, dal controllo dei fumi al vincolo di normativa Antincendio dei Vigili del Fuoco grazie all'assenza di combustibile e vi sono una serie di ulteriori benefici non monetizzabili quali la maggior sicurezza in casa data, per esempio, dall'assenza di fiamma e di gas metano nei locali, da un costante controllo effettuato a distanza da AGS (mediante telecontrollo). Non si trascuri inoltre l'importante riduzione di impatto inquinante per tutta la città.

Sono previste promozioni per l'allacciamento al Teleriscaldamento?

Certamente, dove stiamo lavorando in questa prima fase di progetto e dove passano le tubazioni abbiamo previsto e prevediamo, delle interessanti promozioni commerciali per incentivare il passaggio al Teleriscaldamento. Le promozioni saranno personalizzate e legate al consumo previsto in base ai consumi storici di Gas. A titolo di esempio garantiamo una manutenzione ordinaria e straordinaria gratuita per i primi 3 anni di fornitura e uno sconto sulla tariffa del 10%.

C'è pericolo di interrompibilità della fornitura?

No, il rischio di una eventuale interruzione di fornitura è estremamente ridotto in quanto, con la struttura di rete e telecontrollo del Teleriscaldamento la garanzia di continuità nella somministrazione di calore è addirittura superiore a quella del Gas metano grazie ad un costante ed attento monitoraggio che viene effettuato direttamente dalla Centrale. In aggiunta a questo va detto che, tra l'altro, le tubazioni di Teleriscaldamento, date le loro peculiarità di struttura sono più solide delle tubazioni Gas metano e difficilmente danneggiabili.

Cosa deve fare un cliente per allacciarsi?

Chiunque fosse interessato ad allacciarsi a questa moderna e conveniente fornitura di calore può liberamente richiederlo compilando l'apposito "Modulo informativo di interesse all'allacciamento alla Rete di teleriscaldamento" disponibile presso i nostri uffici o in allegato alla Brochure informativa sul Teleriscaldamento che potete richiedere sempre ai nostri sportelli.
A tale domanda seguirà la predisposizione di un preventivo redatto dai nostri tecnici in forma totalmente gratuita e non vincolante, relativo alle spese di scavo, installo ed eventualmente Scambiatore.

 

 


GRUPPO ALTO GARDA SERVIZI. Via Ardaro, 27 - 38066 Riva del Garda - Trento - Tel 0464 553565 - Fax 0464 553190 - P.IVA 01581060223
realizzato da net wise

Cookie Policy - Società Trasparente