salta navigazione

AGS - Alto Garda Servizi

Condizioni generali d'acquisto

1. Oggetto

1.1 Il contratto di acquisto (“Contratto”) si intende concluso: con l’accettazione, espressa o tacita, da parte del Fornitore dell’ordine di acquisto emesso dalla Società (“Ordine”), nonché entro i 10 (dieci) giorni successivi al ricevimento dell’Ordine, qualora non espressamente rifiutato da parte del Fornitore.
1.2 Le eventuali condizioni generali di vendita del Fornitore così come le eventuali condizioni particolari modificative dell’Ordine e delle Condizioni Generali di Acquisto apposte dal Fornitore sulla conferma d’ordine sono senza effetto se non accettate per iscritto dalla Società.
1.3 La Società può in qualunque momento introdurre modifiche all’Ordine. In tal caso il Fornitore è tenuto ad informare prontamente la Società circa eventuali variazioni del Prezzo (come in seguito definito) e della data di consegna dei Beni che siano conseguenza della modifica dell’Ordine introdotta dalla Società, rimanendo inteso che tali variazioni sono vincolanti per la Società solo se accettate e confermate per iscritto dalla Società.
1.4 Il Fornitore non ha facoltà di introdurre modifiche al Contratto senza la previa autorizzazione scritta della  Società.  


2. Prezzo

2.1 Il corrispettivo di acquisto dei Beni è quello indicato nell’Ordine (“Prezzo”).
2.2 Il Prezzo è da intendersi come fisso, ovvero non soggetto a revisioni o aumenti e comprensivo dei costi di imballaggio, spese e tasse di trasporto, scarico, spese di assicurazione, spese di collaudo e oneri  analoghi.  


3. Pagamento

3.1 Il Fornitore ha facoltà di emettere la fattura di vendita solo successivamente alla consegna dei Beni.Nelle fatture e nella corrispondenza relative al Contratto devono sempre essere indicati il numero dell’Ordine ed il numero del documento di trasporto (“DDT”). Le fatture devono essere inviate in originale presso la sede della Società.
3.2 La Società provvede al pagamento del Prezzo entro i termini specificati in ordine. Non sono riconosciuti interessi per ritardi di pagamento.
3.3 Nel caso in cui i Beni risultino, in tutto o in parte, difettosi, ovvero di quantità e/o qualità inferiore a quella indicata nell’Ordine, i termini di pagamento della fattura decorrono dalla data di consegna di beni sostitutivi e/o integrativi inviati dal Fornitore in esecuzione puntuale del Contratto, ovvero dal ricevimento della nota di accredito ai sensi ai sensi dell’art. 7.2 (b).
3.4 Qualsiasi inadempienza del Fornitore alle presenti Condizioni Generali di Acquisto attribuisce alla Società il diritto di trattenere i pagamenti dovuti al Fornitore per forniture precedenti regolate da contratti  diversi rispetto a quello inadempiuto.  


4. Cessione dei crediti e dei debiti

4.1 I debiti e i crediti vantati dal Fornitore nei confronti della Società non possono formare oggetto di  cessione, delegazione o mandato all’incasso senza la previa autorizzazione scritta della Società.  

5. Cessione del Contratto

5.1 Il Contratto non può essere ceduto dal Fornitore senza la previa autorizzazione scritta della Società.
5.2 Ogni Società ha facoltà di cedere il Contratto ad altra Società del Gruppo Alto Garda Servizi spa  dandone semplice comunicazione al Fornitore. 

6. Consegna

6.1 Salvo diversa indicazione della Società, la consegna dei Beni deve avvenire nel luogo indicato nell’Ordine ovvero, in mancanza di indicazione, presso il magazzino di Riva del Garda via Ardaro,27, a cura, rischio e spese del Fornitore.
6.2 I DDT devono indicare, nel rispetto delle prescrizioni di legge: la denominazione e l’indirizzo del Fornitore; il numero dell’Ordine; il peso lordo del collo e le singole quantità che lo compongono; nonché inumeri di codice e la descrizione precisa dei Beni trasportati. Il Fornitore è tenuto a compilare un DDT per ogni singolo Ordine.
6.3 La consegna dei Beni deve essere effettuata esclusivamente al personale dipendente della Società identificato tramite esibizione della tessera di riconoscimento aziendale, il quale deve controfirmare per ricevuta il relativo DDT, che deve contenere l’indicazione del numero della tessera di riconoscimento del soggetto ricevente.
6.4 Il mancato rispetto delle procedure di cui al presente articolo 6 da parte del Fornitore e/o dei suoi ausiliari e collaboratori legittima la Società a rifiutare la consegna dei Beni.
6.5 La proprietà dei Beni si intende trasferita alla conclusione del Contratto, mentre il rischio di smarrimento e/o deperimento degli stessi rimane in capo al Fornitore sino alla relativa consegna per i quantitativi di Beni esattamente indicati nell’Ordine.
6.6 I termini di consegna indicati negli Ordini sono da intendersi tassativi e vincolanti. In caso di violazione dei termini di consegna, anche per una porzione del Contratto, la Società, a proprio insindacabile giudizio,avrà il diritto di:(a) risolvere il Contratto a mezzo lettera raccomandata a.r. senza necessità di procedere all’offerta di cui al1° comma dell’articolo 1517 del Codice Civile;(b) acquistare da altro fornitore i Beni con addebito delle relative spese e maggiori costi al Fornitore, anche in deroga all’articolo 1516 del Codice Civile, salvo il risarcimento dell’eventuale maggior danno subito.
6.7 Il Fornitore è responsabile dell’esatta esecuzione dell’Ordine e dell’adempimento del Contratto. Di conseguenza la Società non è tenuta a pagare il corrispettivo di Beni consegnati in eccedenza rispetto ai quantitativi indicati nell’Ordine né a restituirli al Fornitore ove non espressamente reclamati, e salvo la rifusione delle relative spese da parte del Fornitore.
  

7. Accettazione

7.1 Il ricevimento dei Beni non comporta automaticamente l’accettazione dei Beni da parte della Società, alla quale è riservato il diritto il accertare le condizioni, quantità e qualità dei Beni forniti nei reparti di controllo aziendali e/o a mezzo di tecnici incaricati, anche in deroga all’articolo 1513 del Codice Civile (“Verifica”).
7.2 I Beni si intendono accettati all’esito positivo della Verifica. Se durante le operazioni di Verifica vengono individuati Beni difettosi, la Società, a proprio insindacabile giudizio, avrà facoltà di richiedere al Fornitore,oltre al risarcimento dei danni:(a) la sostituzione dei Beni difettosi con Beni conformi al Contratto entro 30 (trenta) giorni dalla data di emissione della bolla di reso; ovvero(b) l’emissione di una nota di accredito.
7.3 I Beni non accettati devono essere ritirati a cura e spese del Fornitore, entro 15 (quindici) giorni dalla richiesta della Società. Qualora il Fornitore non provveda tempestivamente, la Società ha facoltà di restituire i Beni al Fornitore con addebito al Fornitore delle relative spese ed oneri di spedizione nonché di compensare tali spese con il Prezzo.
7.4 Il Fornitore esonera la Società dall’onere di denunciare, a pena di decadenza ai sensi degli articoli 1495e 1667 del Codice Civile, vizi e difetti anche apparenti dei Beni consegnati, anche nel caso di intervenuto  utilizzo dei Beni.

8. Garanzia 
8.1 Il Fornitore è tenuto a fornire Beni esenti da vizi e presta al riguardo ampia garanzia alla Società.
8.2 Durante il periodo di garanzia, previa comunicazione della Società, il Fornitore è tenuto, a sue spese, a sostituire, riparare ovvero eliminare prontamente il difetto ovvero la causa di malfunzionamento dei Beni denunciata dalla Società.
8.3 La garanzia ha durata di 2 (due) anni dalla data di accettazione dei Beni e si intenderà automaticamente prorogata per un periodo di tempo pari a quello compreso tra la data di denuncia di eventuali vizi e/o difettidei Beni e la data di consegna dei corrispondenti Beni sostitutivi ovvero la data della riparazione e/o di eliminazione dei difetti.
8.4 Qualora il Fornitore non dovesse sostituire o riparare il Bene o il difetto di malfunzionamento in maniera soddisfacente ovvero in tempi ragionevoli, la Società avrà diritto, a suo insindacabile giudizio, di:(a) effettuare o far effettuare la sostituzione, riparazione o correzione con addebito al Fornitore delle relative spese; ovvero (b) restituire i Beni difettosi o malfunzionanti al Fornitore ed ottenere il rimborso integrale del relativo Prezzo.

9. Riservatezza
9.1 Il Fornitore si impegna a non rivelare a terzi e a non usare in alcun modo, salvo che per motivi strettamente inerenti e necessari all’esecuzione del Contratto previamente comunicati alla Società, le informazioni tecniche relative a procedimenti, disegni, attrezzature, apparecchi, macchine, ecc. che dovessero essere messi a disposizione dalla Società o di cui venga comunque a conoscenza in dipendenza e/o conseguenza dell’esecuzione del Contratto.
9.2 L’obbligo di riservatezza di cui al presente articolo 9 è vincolante per il Fornitore per la durata del Contratto e dopo la sua cessazione, salvo che le informazioni delle quali il Fornitore è venuto a conoscenza divengano di pubblico dominio.
9.3 Il Fornitore è responsabile nei confronti della Società, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1381 del Codice Civile, per l’esatta osservanza dell’obbligo di riservatezza da parte dei propri dipendenti, collaboratori e ausiliari nonché dei propri subappaltatori e subcontraenti e dei rispettivi, dipendenti, collaboratori e ausiliari.
9.4 In caso di inosservanza dell’obbligo di riservatezza, il Fornitore è tenuto a risarcire alla Società tutti i  danni che alla stessa dovessero derivare.  

10. Proprietà intellettuale

10.1 Il Fornitore dichiara e garantisce che i Beni non violano brevetti, marchi, licenze, disegni, modelli, diritti d’autore e altri diritti di proprietà intellettuale di cui soggetti terzi siano titolari e si impegna a tenere indenne e  manlevare la Società nei confronti di qualsiasi pretesa di terzi al proposito.  

11. Qualità e sicurezza

11.1 I Beni oggetto del Contratto ed i relativi componenti devono essere conformi ai requisiti stabiliti dalla disciplina nazionale e comunitaria in materia di armonizzazione tecnica e non pregiudicare in alcun modo la  salute e la sicurezza dei lavoratori e degli utenti e la salvaguardia dell’ambiente.  

12. Ispezioni

12.1 La Società ha diritto di eseguire in ogni momento sopralluoghi e ispezioni presso gli stabilimenti del Fornitore, direttamente ovvero a mezzo di propri incaricati, al fine di verificare i materiali impiegati, le modalità di lavorazione e lo stato di avanzamento delle forniture oggetto dell’Ordine.  

13. Clausola risolutiva espressa

13.1 La Società ha diritto di risolvere il Contratto ai sensi e per gli effetti dell’art. 1456 del Codice Civile in caso di violazione da parte del Fornitore delle disposizioni contenute negli articoli [4.4, 5.1, 9.1, 9.5, 10, 11 e12.1].
13.2 Nelle ipotesi di cui all’articolo 13.1, la risoluzione si verificherà di diritto mediante comunicazione al Fornitore, senza necessità di preavviso o preventiva messa in mora.
13.3 In ipotesi di risoluzione del Contratto, la Società ha facoltà di far eseguire le prestazioni dovute dal Fornitore inadempiente ad altro fornitore con addebito al Fornitore dei maggiori costi sostenuti, senza pregiudizio degli ulteriori rimedi spettanti alla Società in base alle leggi vigenti e del diritto di agire per il  risarcimento di tutti i danni conseguenti all’inadempimento del Fornitore.  


14. Recesso

14.1 La Società può, a proprio insindacabile giudizio, recedere in qualunque momento dal Contratto,indipendentemente dallo stato di esecuzione del medesimo
14.2 Il recesso ha effetto per il Fornitore dal giorno di ricevimento della comunicazione della Società. A partire da tale data il Fornitore è tenuto a cessare l’esecuzione delle prestazioni contrattuali.
14.3 In ipotesi di recesso, la Società è tenuta a pagare esclusivamente il Prezzo dei Beni accettati, con rinuncia del Fornitore ad ogni eventuale pretesa, anche di natura risarcitoria, nonché ad ogni compenso e/o  indennizzo e/o rimborso, anche ai sensi di quanto previsto dall’art. 1671 del Codice Civile.  

15 Miscellanea

15.1 Qualora il contenuto di alcuna delle disposizioni delle presenti Condizioni Generali di Acquisto sia incompatibile con sopravvenute disposizioni imperative, le relative Condizioni Generali di Acquisto devono intendersi automaticamente sostituite, modificate o abrogate.
15.2 L'eventuale tolleranza della Società rispetto a comportamenti posti in essere dal Fornitore in violazione delle disposizioni contenute nelle presenti Condizioni Generali di Acquisto non costituisce rinuncia ai diritti derivanti dalle disposizioni violate né al diritto di esigerne l'esatto adempimento.
15.3 La nullità, l’invalidità ovvero l’inapplicabilità, anche parziale, per qualsivoglia ragione, di una singola clausola delle presenti Condizioni Generali di Acquisto sarà scindibile e non inciderà sulla validità o sull'esecuzione delle Condizioni Generali di Acquisto nella loro interezza o di qualsiasi altra clausola o disposizione (fatto salvo il caso in cui il contesto lo imponga necessariamente).
15.4 Ogni comunicazione da effettuarsi ai sensi del Contratto dovrà essere effettuata per iscritto alle  rispettive sedi legali a mezzo raccomandata a.r. anticipata via fax.  

16. Foro competente

16.1 Tutte le controversie che dovessero insorgere tra le parti in relazione alla conclusione, interpretazione,esecuzione, risoluzione, validità, efficacia ed esistenza del Contratto saranno devolute alla competenza  esclusiva del Foro di Rovereto.


GRUPPO ALTO GARDA SERVIZI. Via Ardaro, 27 - 38066 Riva del Garda - Trento - Tel 0464 553565 - Fax 0464 553190 - P.IVA 01581060223
realizzato da net wise

Cookie Policy - Società Trasparente